Attualità – ANTICO TESSUTO CON COLORAZIONE VIOLA DELLA BIBBIA TROVATO IN ISRAELE, datato all’epoca del Re Davide

La lumaca di mare, animale strisciante ed impuro per il popolo d’Israele, era usata per ottenere la colorazione porpora che vestiva gli abiti dei grandi re e utilizzata per i tessuti nei luoghi sacri come il Tempio e il Tabernacolo.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

I ricercatori israeliani hanno trovato, vicino alla punta meridionale di Israele, tre scarti di tessuto colorati con la tintura viola reale “argaman” descritta biblicamente.

Gettando nuova luce sul primo regno edomita e sui regni israeliti 3000 anni fa, un periodo in cui la Bibbia descrive dettagliatamente la conquista degli edomiti da parte del Re Davide.

Chiamato anche “vero” o “viola di Tiro”, il colore vibrante e duraturo di millenni, è prodotto dalle ghiandole coloranti raccolte da tre specie di lumache di mare murex sulle rive del Mar Mediterraneo.

La scoperta, ha detto il Prof. Erez Ben-Yosef dell’Università di Tel Aviv, offre ulteriori prove per la nostra nuova comprensione del popolo nomade in quel periodo di tempo, al momento dell’emergere di antichi regni come Israele, Edom, Moab, Amon, regni locali del tempo biblico.

Il vero colorante viola “argaman” e la sua variante azzurra “techelet” (creata attraverso l’elaborazione di varianti della tintura delle lumache) sono menzionati dozzine di volte nella Bibbia ebraica e nel Cilindro di Sennacherib circa 690 a.C., tra gli altri testi.

La vera porpora è associata alla regalità e al sacerdozio, così come ai tessuti usati nel Tabernacolo e nel Tempio ebraico.

Secondo il documento, le prime prove archeologiche sull’uso del colorante risalgono al XIX secolo a.C. sotto forma di conchiglie di murice.

Dr. Naama Sukenik, dell’Autorità Israeliana per le Antichità, ha detto: “ Sono così felice che il Prof. Erez Ben-Yosef ci abbia dato l’opportunità di sbirciare nell’armadio dei vestiti del periodo di Davide e Salomone e vedere il guardaroba dell’élite che viveva nel periodo delle miniere di rame”.

Le tre specie di lumache di mare sono in via di estinzione in Israele. Così si è dovuti andare a Milano, che ospita il più grande mercato del pesce d’Europa. Lì, le lumache vengono consumate come parte della variegata dieta italiana e sono molto commercializzate sul mercato.

Prof. Zohar Amar ha affittato un laboratorio e assunto personale locale per condurre centinaia di esperimenti su migliaia di lumache. Ogni ghiandola colorante di lumaca, ha detto, contiene solo una quantità minuscola circa un grammo. Così ha ordinato una fornitura massiccia, che è arrivata in speciali frigoriferi che hanno mantenuto le lumache fresche e vive.

É interessante come 2000 anni fa, creature impure come le lumache di mare vietate da una dieta ebraica attenta – potessero essere la fonte di una tintura usata in luoghi sacri come il Tabernacolo e il Tempio.

Forse ti senti una lumaca anche tu?

Piccola e insignificante.

Dio può usarsi anche di te per i Suoi piani gloriosi.

 

I Corinzi‬ ‭1:27-28,30

«ma Dio ha scelto le cose pazze del mondo per svergognare i sapienti; Dio ha scelto le cose deboli del mondo per svergognare le forti; Dio ha scelto le cose ignobili del mondo e le cose disprezzate, anzi le cose che non sono, per ridurre al niente le cose che sono,..Ed è grazie a Lui che voi siete in Cristo Gesù, che da Dio è stato fatto per noi sapienza, giustizia, santificazione e redenzione»

 

Fonte: https://www.timesofisrael.com/

redazione @adifalconara #attualità

Articoli recenti