Attualità – TikTok, e se i social media diventano “tutto il mondo” dei giovani di oggi?

TikTok e i social media, possono far male utilizzati in modo sbagliato dai nostri giovani.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

L’atroce e straziante morte di qualche settimana fa, della bambina di Palermo vittima di un gioco sui social media detto anche “Black Out Challenge”, impone che si apra una riflessione seria sull’uso del web da parte dei giovani, e i rischi che si possono incontrare diventando preda di pratiche autolesioniste o di adescamento.

Con la pandemia questi pericoli sono aumentati in modo esponenziale a causa di chiusure forzate e, dunque, dell’assenza di relazioni di cui i ragazzi sono stati necessariamente privati.

Ecco per molti giovani e anche bambini il web è diventato la realtà principale, mentre la vita di tutti i giorni è diventata vuota.

Tutto questo è un fatto sociale e culturale che ha pochi precedenti e che determina un fatto di profonda inquietudine.

Ci troviamo di fronte ad un problema emergenziale che si può e si deve risolvere.

I social e il web sono strumenti che offrono del potenziale eccezionale, ma se utilizzati in maniera poco consapevole possono provocare danni irreversibili soprattutto tra i più giovani.

Quello che desideriamo è che “TUTTO IL MONDO” dei nostri giovani diventi l’amore di Dio.

COME ?

In primo luogo la preghiera l’arma più potente ma questo non basta.

In secondo luogo un ruolo fondamentale lo gioca la famiglia che deve prestare molta attenzione ai propri figli in ogni minimo particolare.

La chiesa fondamentale per formare un carattere spirituale che li porti ad uscire dal loro auto isolamento e possa consentire loro di scoprire la gioia che solo Dio può donare:

Siate sempre gioiosi

(I Tessalonicesi 5:16 )

Questa gioia è in grado di spazzare via quella noia che spesso è causa di tristezza e insoddisfazione per i loro cuori.

Se ognuno farà la propria parte i nostri adolescenti cresceranno uniti tra loro e vicini a Dio.

Preghiamo che possano crescere consapevoli delle splendide potenzialità degli strumenti che la tecnologia sta loro offrendo sin da giovanissimi e che possano usarli per la gloria di Dio, ma che prima di ogni cosa possano sviluppare in loro quel discernimento spirituale a cui l’apostolo Paolo fa riferimento, attuale oggi più che mai:

Ogni cosa mi è lecita,

ma non ogni cosa è utile.

Ogni cosa mi è lecita,

ma io non mi lascerò dominare da nulla.

(I Corinzi 6:12)

 

Dio ci benedica

 

redazione @adifalconara #attulitàtiktok

Articoli recenti