Attulità – LO STEREOTIPO NELLA SOCIETÀ E IL CRISTIANO

Lo stereotipo: Le origini biologiche, l’idea di famiglia, la corretta sessualità, quello che si considerava giusto fino a ieri, oggi pare essere un virus da debellare.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Il termine stereotipo deriva dal greco “stereos”e “typos”, cioè “immagine rigida“.

Questa parola nasce per essere utilizzata in tipografia.

Indicava un metodo per riuscire a stampare sempre la stessa pagina.

Nel linguaggio attuale si intende un’ idea generalizzata su un individuo o un gruppo di persone basata sulla cultura, sulla nazionalità e sull’orientamento religioso.

Queste idee preconcette, tendono ad etichettare gruppi o individui sia in maniera positiva che negativa, generando, talvolta, anche discriminazione.

Oggi, molti cristiani sentono forte la pressione della società.

Esso rifiuta sempre più certi stereotipi riguardo la fede cristiana ritenendoli non più accettabili, quindi negativi.

Diventa più pressante la richiesta di doversi conformare alle nuove norme culturali e sociali.

In nome della libertà e della lotta alla discriminazione questo pensiero, purtroppo, viene spinto all’estremo.

Allo scopo di trovare la felicità, tutti possono essere ciò che desiderano.

Il risultato è che si formano nuove idee ed identità non in linea con l’insegnamento della Scrittura (leggi Romani 1:18-32).

Le origini biologiche, l’idea di famiglia, la corretta sessualità, quello che si considerava giusto fino a ieri, oggi pare essere un virus da debellare.

Ma lo Spirito dice esplicitamente che nei tempi futuri alcuni apostateranno dalla fede, dando retta a spiriti seduttori e a dottrine di demoni, sviati dall’ipocrisia di uomini bugiardi, segnati da un marchio nella propria coscienza.

I Timoteo 4:1-2

Come possiamo affrontare tutto questo rimanendo fedeli alla nostra visione biblica della società?

Il primo invito che Dio fa ai Suoi figli è:

Non conformatevi a questo mondo,

ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente.

(Romani 12:2)

Un ancora certa e sicura per il cristiano é la Parola di Dio.

La Bibbia dà una visione chiara, netta e inequivocabile dei pensieri e della volontà di Dio per le sue creature.

In nome della libertà la televisione, internet, cantanti e famosi influencer manipolano le menti della nuove generazioni trascinandoli lontano da Dio e sotto la schiavitù del peccato.

Le menti e i cuori vengono imprigionati sotto il dominio di Satana al punto che non sanno più cosa sia giusto o sbagliato.

Dio condanna severamente tutto ciò:

Guai a quelli che chiamano bene il male, e male il bene,
che cambiano le tenebre in luce e la luce in tenebre,
che cambiano l’amaro in dolce e il dolce in amaro!

(Isaia 5:20)

La Bibbia invece è molto chiara e invita ad abbracciare la Verità dataci da Dio e a non cercare di sovvertirla o rifiutarla.

Dio non vuole renderci schiavi ma liberi!

Accettando quello che il Creatore dell’Universo ha stabilito giusto siamo liberati dalla pressione esterna di doverci uniformare a qualsiasi stereotipo della società, soprattutto se contrario al volere di Dio.

La sottomissione alla Sua volontà porta serenità, pace e la vera libertà.

Non provare a essere felice attraverso tentativi basati su ciò che questa società cerca di propinarti, perché una vita senza Cristo e la Sua direzione produce caos e infelicità.

Apri la tua visione a una prospettiva più grande, ricerca la tua identità in Colui che ti ha creato, perché solo chi ti ha creato ti ama veramente e sa cosa è meglio per te.

Cerca Gesù!

Lui vive ed è disponibile a farsi conoscere da te donandoti la vera soluzione e la vera libertà.

L’unica vera identità che ti darà gioia e appagamento sarà diventare un Figlio di Dio, un diritto dato a ogni essere umano che crede nella persona e nell’opera di Cristo!

 

E chiunque ha questa speranza in lui, si purifica come egli è puro.

I Giovanni 3:3

 

redazione @adifalconara #attualità

Articoli recenti